Monitoring of insects with public participation è un progetto del Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare Carabinieri, cofinanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del programma LIFE+ (LIFE11 NAT/IT/000252).

I beneficiari associati del progetto sono Sapienza - Università di Roma, Università degli Studi Roma Tre, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Lombardia e Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura - ABP Firenze.

L'obiettivo principale del progetto MIPP è quello di sviluppare e testare metodi per il monitoraggio di alcune specie di coleotteri presenti negli allegati II e IV della Direttiva Habitat (Osmoderma eremita, Lucanus cervus, Cerambyx cerdo, Rosalia alpina, Morimus funereus).

Lo sviluppo di questi metodi è necessario perchè la Direttiva Habitat prevede che gli Stati Membri preparino ogni sei anni una relazione sullo stato di conservazione delle specie degli allegati. Solo un monitoraggio standardizzato che utilizza metodi idonei garantisce la raccolta di dati confrontabili. I monitoraggi che saranno testati si basano su osservazioni dirette, analisi genetiche e utilizzo di trappole. Per Osmoderma eremita, sarà inoltre addestrato un cane in grado di fiutare il caratteristico odore del feromone emesso da questo coleottero.

Un secondo obiettivo del progetto MIPP è la raccolta di dati faunistici via web, basata su osservazioni effettuate da cittadini.

Questa raccolta potrà essere effettuata anche tramite applicazione per smartphone. Un'altra componente del progetto LIFE+ è infine quella di informare ed educare il pubblico su temi quali Natura 2000, Direttiva Habitat, monitoraggio e insetti saproxylici. Il cane, oltre ad essere impiegato nel monitoraggio di Osmoderma eremita, verrà utilizzato come "curiosità" per attirare l'attenzione su questo raro coleottero e sui temi sopra citati.

Il sito del progetto MIPP

Progetti in corso

Back to Top